Il caffè in Vietnam: cosa c'è da sapere per prepararlo

Caffè in Vietnam: cosa c'è da sapere sulla produzione di caffè Il Vietnam è famoso per la produzione di caffè. Il Il Vietnam è uno dei maggiori venditori di caffè al mondo. In Vietnam, i chicchi di caffè Robusta sono coltivati principalmente nella maggior parte delle aree. In alcune zone si coltivano anche chicchi di caffè Arabica. In questo articolo parleremo del processo di produzione dei chicchi di caffè in Vietnam.

Poiché i chicchi di caffè Robusta sono più economici di quelli Arabica, è questo il motivo per cui i coltivatori del Vietnam li preferiscono. Parliamo ora delle fasi di preparazione del caffè in Vietnam. Questo articolo è stato ispirato da guida al caffè vietnamita di Guillaume Rondan sulla produzione e l'esportazione di caffè dal Vietnam alla Francia.

Anche se un tempo il Vietnam era noto per la sua coltivazione e produzione di Robusta, troverete (se cercate bene) alcune montagne che si concentrano sul fagiolo Arabica, che è considerato da alcuni uno dei più gottosi del Paese. Se riuscite a recarvi in Vietnam, andate a incontrare i produttori nella zona di Dalat o chiedete dei campioni agli esportatori per poterli assaggiare di persona.

Piantagione e coltivazione

Le piante di caffè sono uniche e presentano alcune somiglianze con le piante di tè. Come le piante di tè, anche quelle di caffè hanno bisogno di una pianura in pendenza per crescere. Se l'acqua piovana si è accumulata nell'area, allora il le piante di caffè non possono crescere e muoiono. Gli alberi del caffè possono raggiungere un'altezza di 2 metri, ma di solito crescono fino a circa 2 o 3 metri. Prima di piantare i semi, il terreno deve essere arato tre o quattro volte. Dopo la semina, alcuni agricoltori utilizzano un diverso tipo di fertilizzante per far crescere più velocemente la pianta. Dopo la semina, il terreno deve essere mantenuto umido e ha bisogno di un'elevata umidità per svilupparsi correttamente. Man mano che la pianta cresce, compaiono nuove ciliegie di caffè sulla pianta. Queste ciliegie contengono chicchi di caffè.

Lavorazione dei chicchi di caffè

Dopo la semina, la coltivazione e la raccolta, le ciliegie di caffè vengono sottoposte al processo finale di estrazione dei chicchi di caffè. Esistono due processi per ottenere i chicchi di caffè dalle ciliegie: il processo a secco e il processo a umido.

Il metodo a secco

In questo metodo, le ciliegie di caffè vengono prima poste in un grande setaccio dove sono protette da sassi, sporcizia o qualsiasi altro oggetto indesiderato che la vagliatura può creare. La strigliatura è un metodo agricolo per distinguere i chicchi dalla pula. Poi vengono posizionati su grandi stuoie o basi di cemento per essere asciugati al sole. Le ciliegie di caffè possono impiegare un mese per asciugarsi correttamente ed è essenziale ruotarle più spesso per assicurarsi che si asciughino bene. Nelle piantagioni più grandi, l'essiccazione a macchina è comunemente applicata per accelerare il processo.

Se le ciliegie sono troppo secche, il caffè diventa friabile. Se le ciliegie non vengono essiccate correttamente, saranno troppo umide ed esposte a un rapido deterioramento causato da attacchi fungini e batterici. Una volta completato il processo di essiccazione, i gusci esterni vengono rimossi da ogni ciliegia. Dopo aver rimosso il guscio, da ogni ciliegia emergono due chicchi di caffè verdi. Le macchine per la decorticazione sono più comuni, ma molte altre caffetterie in Vietnam eseguono questo processo a mano prima di inviare i chicchi di caffè al mercato.

Il metodo a umido

Questo metodo distingue i chicchi di caffè dalla polpa della ciliegia attraverso un processo di lavaggio e ammollo direttamente dopo il raccolto. Le ciliegie vengono poi fatte passare attraverso una macchina per la spremitura, che elimina i chicchi e lo strato esterno di polpa, separando infine i due elementi. Dopo questa fase, i chicchi di caffè vengono conservati in grandi contenitori dove fermentano fino a due giorni. Il processo di fermentazione doveva essere attentamente monitorato per evitare che il caffè acquisisse sapori acidi indesiderati. Durante il processo di fermentazione, gli enzimi presenti nella polpa rompono i pezzi di polpa rimasti su ogni chicco.

Per la maggior parte dei caffè, la rimozione della mucillagine da parte di la fermentazione dura tra le 8 e le 36 ore. Dipende dalla temperatura, dallo spessore dello strato di mucillagine e dalla concentrazione di enzimi. Una volta completata la fermentazione, i chicchi di caffè vengono lavati con acqua pulita in vasche. Una volta rimossi gli ultimi strati di polpa, i fagioli vengono portati in un grande patio su un tavolo rialzato dove vengono essiccati.

Stoccaggio e conservazione del caffè in Vietnam

Dopo aver estratto i chicchi di caffè, gli operai iniziano a raccogliere i chicchi schiacciati, considerati di scarsa qualità. Li separano dai fagioli della migliore qualità. Poi portano tutti i fagioli di buona qualità a casa o nel luogo in cui li conservano. La conservazione è essenziale perché se i semi non vengono conservati in un luogo perfetto, la qualità dei fagioli può deteriorarsi.

Esportare in Europa o negli Stati Uniti

Dopo aver immagazzinato tutti i chicchi di caffè, il processo di esportazione del caffè non è così semplice. L'esportazione dei chicchi di caffè standard si basa su molti fattori emessi dal governo; la prima cosa che viene fatta è un campionamento dei chicchi di caffè. Campionamento di chicchi di caffè effettuato secondo la norma TCVN 5702-1993. Nel 2018, il Vietnam ha esportato ancora oltre 3,5 miliardi di caffè, diventando così il secondo esportatore mondiale.

Una volta completato il campionamento, analizzano i chicchi di caffè. Nell'analisi, il I chicchi di caffè sono classificati nella divisione 1,2,3. I chicchi di caffè della divisione 1 sono i migliori in termini di qualità. Dopo questo esame, i chicchi di caffè vengono inviati al confezionamento. Dopo l'imballaggio, tutti i sacchi vengono raccolti in un magazzino chiuso. Da qui, dove vengono stoccati, i sacchi di caffè in grani vengono poi inviati ad aeroporti, porti e stazioni ferroviarie per essere trasportati in diversi Paesi.

In conclusione, come importare il caffè vietnamita?

Come già detto, il Vietnam è uno dei maggiori esportatori di caffè al mondo. Molte persone in Vietnam si guadagnano da vivere con l'industria del caffè. E se avete mai viaggiato in Vietnam, sapete che per i vietnamiti il caffè è una delle cose più importanti per iniziare la giornata. Il processo di produzione del caffè in Vietnam è molto simile a quello di altre parti del mondo. Il clima in Vietnam è prevalentemente secco, quindi si sceglie il metodo di estrazione a secco per estrarre i chicchi di caffè dalle ciliegie.

Inoltre, in Vietnam si producono soprattutto chicchi di caffè Robusta, che non ha bisogno di essere lavato per distinguere i chicchi dalla ciliegia. Il metodo a secco può essere utilizzato anche a mano, il che lo rende più economico rispetto al metodo a umido. Anche lo stoccaggio e l'esportazione sono essenziali, poiché il Vietnam non dispone di queste moderne infrastrutture. Devono affidarsi ai propri lavoratori per raccogliere a mano i chicchi di caffè di alta qualità.

Lascia un commento